La ricerca Europe on the Move, realizzata dall’istituto di ricerca Harris Interactive, dimostra come i Clienti che usano smartphone sono più ricettivi alla pubblicità.

I Clienti che usano smartphone sono più ricettivi alla pubblicità

Condotta su un campione di 9.665 utenti su 6 Paesi europei tra cui anche l’Italia, l’indagine si è soffermata sul rapporto tra le persone e le moderne tecnologie. In particolare su come le persone interagiscono, recepiscono e osservano la pubblicità durante gli spostamenti.

La conclusione dell’indagine? I progressi tecnologici in corso stanno aumentando la predisposizione all’utilizzo dei moderni device, specialmente tra le persone che si devono spostare.

Chi si trova fuori casa oggi sempre più spesso viaggia, potendo al contempo fare shopping, lavorare, socializzare e compiere ricerche online. Il 45% di chi si viaggia ha la possibilità di compiere molteplici attività durante i suoi spostamenti. Grazie anche all’utilizzo degli smartphone. Quali sono le attività preferite in mobilità?

La prima attività è l’accesso ai social network, che avviene fuori casa con la stessa frequenza con cui avviene in casa o in ufficio. Il 56% accede a Facebook da casa o dall’ufficio mentre il 54% lo fa in movimento.

E’ un segnale chiaro che ormai le attività online si realizzano sempre più spesso tramite i propri smartphone. … e la pubblicità? Secondo la ricerca, chi guarda la pubblicità da “smartphone” manifesta una maggiore propensione a guardare la pubblicità esterna (63%). Perchè? La monotonia durante gli spostamenti quotidiani, produce un effetto benefco sull’efficacia della pubblicità.

Antonio Alonso, Chief Executive Officer di CBS Outdoor, ha dichiarato.“I clienti più attenti sanno che i tempi morti durante gli spostamenti vengono colmati dall’utilizzo dei dispositivi mobili. In questo modo la gente è in grado di avere una reazione immediata ai messaggi pubblicitari, persino mentre si sposta da un luogo all’altro. La pubblicità esterna, grazie al proliferare di questi nuovi dispositivi, ha la possibilità di raggiungere le persone mentre vanno a fare acquisti e nei momenti della giornata in cui risultano essere più ricettive”.

I Numeri chiave 

Quasi il 70% degli intervistati, inoltre, reagisce direttamente ai messaggi pubblicitari outdoor. Questo comportamento genera un conseguente aumento negli acquisti d’impulso e nel riconoscimento del brand. Oltre il 19% degli Europei, inoltre, ammette di acquistare online gli oggetti visti nella pubblicità esterna.

Il 58% del campione ammette di guardare con molta attenzione la pubblicità esterna, una percentuale ben più alta rispetto a tutte le altre forme pubblicitarie. Ed è anche in grado di reagire attivamente ai messaggi pubblicitari, grazie alla connettività sempre possibile.

Infine lo studio rivela che in media ogni cittadino europeo spende 56 minuti al giorno negli spostamenti. I viaggiatori londinesi, soprattutto quelli che utilizzano la metropolitana come mezzo per il loro spostamento, si distinguono per la frequenza di utilizzo di dispositivi mobili (il 14% con cellulare almeno 1 volta al giorno).