Cerca

libro

titolo: Change&Coach®. Un approccio integrato all'eccellenza organizzativa

I nostri Partners

  • Ius&Web Informazione Giuridica
  • Weblegal - consulenza legale
  • IIM
  • Business World
  • Francoangeli
  • Scint
  • Temporary Management
  • Mercatoglobale
  • Elleccere
  • Morelli & Lippolis
  • mito4
  • Mymarketingnet
Sei in: Home / Web
Scrivici Segnala Commenta

Gestire lampade e neon aziendali esausti

17/11/2011

Le lampade a risparmio energetico sono ormai entrate da qualche anno nelle nostre case, hanno una vita più lunga, una qualità di illuminazione superiore rispetto alle vecchie lampade ad incandescenza. E ciò che pochi sanno è che seguono una diversa strada al termine della loro vita.

Le lampade a risparmio energetico, come anche i tubi fluorescenti, conosciuti più comunemente come “neon”, rientrano nella categoria dei RAEE, inclusi nel raggruppamento R5 dal Centro di Coordinamento RAEE. Come tali devono essere correttamente gestiti al termine della loro vita utile.

Più volte si è parlato della differenza tra RAEE domestici e professionali e, anche in questo caso, possiamo distinguerli in quanto sono domestici tutti quelli che derivano dall’ambito domestico, mentre si definiscono professionali quelli che per quantità e qualità derivano dalle attività produttive.

Che fare dunque quando neon e lampade a risparmio energetico si esauriscono?

Le strade che un’azienda o lo studio di un libero professionista possono seguire per il fine diva di questi rifiuti sono essenzialmente 2:
• Consegnarle all’elettricista chiamato per sostituire le vecchie lampade con le nuove. A lui spetterà il compito di avviarle correttamente a recupero in una fase successiva
• Conferirle ad operatori specializzati nell’ambito della raccolta dei RAEE che rilasceranno all’azienda un apposito formulario di identificazione rifiuti.

Ricordiamo che le lampade a risparmio energetico sono rifiuti speciali pericolosi e che, come tali, la loro produzione deve essere annotata sul registro di carico e scarico delle aziende.

E’ consigliabile, nel caso in cui si opti per una sostituzione fai da te all’interno della propria azienda, depositare questa tipologia di RAEE in appositi contenitori per farli poi ritirare quando il contenitore è pieno. In questo modo, si potranno ottimizzare i costi di gestione degli stessi.
 
L'azienda Terracube offre alle aziende di tutta Italia un servizio specifico per lo smaltimento dei RAEE derivanti da lampade energetiche e tubi fluorescenti.
 
Scegliendo la formula abbonamento, le aziende riceveranno dalla Terracube un contenitore ecobox in comodato d’uso per il deposito temporaneo dei RAEE e il ritiro periodico presso la propria sede in tutta Italia.
 
Per maggiori informazioni contattare il  numero verde 800.14.65.83 o inviare una mail all’indirizzo info@terracube.it.

[vai all'archivio]

I commenti degli utenti

Non ci sono commenti.

[lascia un commento]

Leggi anche:

Nome (*)
Email (*)

Oggetto (*)
Commento (*)

Codice invio (*)

* campi obbligatori. L'email non verrà pubblicata.

E-mail del destinatario:



Il tuo nome:

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});