Cerca

libro

titolo: Change&Coach®. Un approccio integrato all'eccellenza organizzativa

I nostri Partners

  • Ius&Web Informazione Giuridica
  • Weblegal - consulenza legale
  • IIM
  • Business World
  • Francoangeli
  • Scint
  • Temporary Management
  • Mercatoglobale
  • Elleccere
  • Morelli & Lippolis
  • mito4
  • Mymarketingnet
Sei in: Home / Web
Scrivici Segnala Commenta

La velocità di caricamento nei siti e-commerce

scritto da Rosvanna Lattarulo - r.lattarulo@e-development.it 10/01/2013

La velocità di caricamento nei siti e-commerce

Articoli correlati

Design e contenuti, ma anche usabilità e velocità: sono questi i principali fattori che non si dovrebbero mai dimenticare se si opera nel campo del commercio elettronico. Gli aspetti tecnici che sono dietro un qualunque sito internet, ma in modo particolare anche di e-commerce, possono facilitare in maniera sostanziale sulla customer experience ed inevitabilmente anche sul business stesso.

 

In questo articolo ci sofferiamo su uno degli aspetti più rilevanti, il tempo di velocità di caricamento delle pagine internet.
 Un sito che si carica velocemente rende la navigazione dell’utente piacevole e fluida, soprattutto se questi naviga attraverso dispositivi mobile.

 

Alcune ricerche confermano che il tasso di abbandono di un sito cresce se questo si carica lentamente, mentre al contrario un sito veloce riduce la frequenza di rimbalzo, aumenta le conversioni e la fidelizzazione. Proprio sulla velocità si è concentrata l’analisi condotta da Compuware dal 20 novembre al 4 dicembre 2012, su un panel selezionato di siti di commercio elettronico ad alto traffico.

 

I RISULTATI ( leggi la classifica): il tempo medio di risposta registrato nei diversi siti analizzati è di 7,67 secondi, Compuware registra ottime performances di velocità sui siti Pixmania, Media World e Apple Italia, che hanno tempi di risposta inferiori ai 3 secondi per pagina. Segue nell’ordine dei siti più veloci, in quarta posizione Esselunga (4,69’’).

 

Per l’abbigliamento primeggia Zara (VIII posizione con i suoi 5,77’’), seguita da Yoox (7,53’’), mentre per il turismo vince eDreams con un tempo di risposta medio di 5,57’’.

 

Tra i big dell’e-commerce, eBay è nono (6,21’’), mentre Amazon nonostante la sia availability (percentuale di test completati con successo su un totale di tentativi ‘prova’ in un determinato periodo) al di sopra della media (99,57 % di test completati con successo su un totale di tentativi “prova” in un determinato periodo, contro una media del 98,47%) delude per tempi di caricamento lunghi (8,13’’).

 

Anche il sito Feltrinelli.it dimostra un ottimo 98,56% di disponibilità ma un tempo di risposta decisamente alto (11,95’’). Incrociando i due parametri, velocità e availability, gli ultimi in classifica sono invece Groupon e Zalando.

 

Gli utenti premiano i siti più veloci: in una precedente indagine Compuware segnala che più è lungo il tempo di caricamento, maggiore è il rischio di abbandono, identificando in 6 secondi una soglia “a rischio abbandono”, con tasso di abbandono intorno al 33%.

 

L’indagine Compuware conferma che in Italia c’è ancora molto lavoro da svolgere su questo fronte, persino tra gli operatori big dell’e-commerce. Chi opera nel settore e-commerce dovrebbe analizzare e conoscere le performance del proprio sito, individuando anche eventuali attività ed aree di miglioramento.

 

Sul web ci sono risorse gratuite come Page Speed di Google (vai al sito) che permettono non solo di individuare gli aspetti deboli del sito ma anche di ricevere utili suggerimenti sulle attività di ottimizzazione per migliori prestazioni. Basta inserire l’url del proprio sito e leggere sia il punteggio ottenuto che le dettagliate attività di miglioramento proposte e divise per priorità alta, media e bassa.

[vai all'archivio]

I commenti degli utenti

Non ci sono commenti.

[lascia un commento]

Leggi anche:

Nome (*)
Email (*)

Oggetto (*)
Commento (*)

Codice invio (*)

* campi obbligatori. L'email non verrà pubblicata.

E-mail del destinatario:



Il tuo nome:

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});