Cerca

libro

titolo: Change&Coach®. Un approccio integrato all'eccellenza organizzativa

I nostri Partners

  • Ius&Web Informazione Giuridica
  • Weblegal - consulenza legale
  • IIM
  • Business World
  • Francoangeli
  • Scint
  • Temporary Management
  • Mercatoglobale
  • Elleccere
  • Morelli & Lippolis
  • mito4
  • Mymarketingnet
Sei in: Home / Web
Scrivici Segnala Commenta

E-commerce, Amazon lancia Marketplace in Italia

08/07/2011

Sbarca in Italia il Marketplace Amazon. La piattaforma già in uso negli Stati Uniti, in UK e Germania, consente a chi vuole vendere on line di caricare il proprio catalogo sul Marketplace Amazon utilizzando la piattaforma di e-commerce a disposizione.

Il sito punta ad acquisire anche in Italia non più solamente clienti che acquistano prodotti ma anche venditori interessati a vendere tramite il noto sito americano.

In prima battuta sarà possibile vendere esclusivamente i prodotti delle categorie Elettronica, Software e Videogiochi. Ma non è che l'inizio: presto, assicurano in casa Amazon, saranno aggiunte altre tipologie di prodotti.

Il settore dell’e-commerce in Italia risulta ancora piuttosto elitario: vi partecipa solo una piccola fetta della popolazione, per lo più adulta e localizzata nei grandi centri urbani del nord. Si tratta del 12% della popolazione italiana, quella che ha acquistato qualcosa in Rete, una percentuale ben lontana dal 64% dei danesi, il 66% degli inglesi e il 42% della media europea.

La gran parte della popolazione in Italia risulta ancora tagliata fuori da questo fenomeno, la cui crescita negli ultimi anni è stata continua, nonostante la crisi economica e lo stallo dei consumi nei canali tradizionali.

Il giro d'affari dell’e-Commerce italiano (Fonte: Netcomm) è di 6,5 miliardi di euro, arrivando a superare, quest'anno, per la prima volta l’1% delle vendite dei negozi tradizionali. Negli USA ha già raggiunto quota 182 miliardi di euro.

Il Marketplace Amazon viene lanciato in un contesto ancora immaturo, ma certamente in crescita che entro fine 2011 dovrebbe sfiorare quota 8 miliardi di euro. E diventa un’opportunità anche per tanti piccoli negozianti di avvicinarsi al Web.

I venditori che scelgono Amazon quale vetrina per i propri prodotti devono versare pagare l'abbonamento mensile di 39 euro.

Sulla piattaforma Jeff Bezos il venditore può caricare il proprio catalogo di prodotti, che diventa merce in vendita sul sito italiano o volendo in tutta Europa. Amazon trattiene una quota del 15% sul prezzo di vendita di cd, dvd e libri e il 7% su tutto il resto.

Quando un utente fa un acquisto on line, è visualizzato il nome del merchant che vende l’articolo e il sistema prevede che la logistica e spedizione degli ordini sia a cura del venditore e non di Amazon. Una volta effettuato l'acquisto, il prodotto viene imballato e spedito dal venditore all'indirizzo del compratore.

Amazon mette a disposizione dei venditori anche un servizio Logistica per l’imballaggio e la spedizione dei prodotti dei venditori. In questo modo Amazon assicura ai propri clienti pronte consegne, proprio come avviene per i prodotti venduti direttamente da Amazon.it e si evitano disparità fra i primi e i secondi, potendo scegliere qualsiasi metodo di spedizione disponibile sul sito.

Per usufruire del servizio il venditore manda fisicamente l'inventario ad Amazon.it che per l'invio a un compratore di un dispositivo elettronico da un chilo, un netbook ad esempio, trattiene 7.45 euro.

Alternative? La prima è quella di creare un proprio sito di e-commerce, una strada che si consiglia a chi è pratico di commercio e soprattutto computer ed internet o si fa supportare da società specializzate in questo ambito. Perché per farsi largo in questo settore sono necessarie competenze e know-how, visto che il 73% di questo mondo è nelle mani di sole 20 aziende.

Una seconda strada, molto più semplice da percorrere, è rappresentata da eBay, per molti versi molto simile ad Amazon Marketplace nel modello di ospitare on line i negozi e per il sistema dei feedback sui venditori.

Il vantaggio per i merchant di Amazon è raggiungere un parco clienti molto ampio (almeno 4 milioni di utenti sul solo sito italiano) e di non dover sostenere investimenti iniziali in software e infrastrutture.
 Ma non dimentichiamo che su eBay si può vendere a costi ben più bassi: non più di 2.80 euro per l'inserzione e il 9.5% sulla vendita, fino a un massimo di 47.50 euro.

Maggiori info: http://services.amazon.it

[vai all'archivio]

I commenti degli utenti

Non ci sono commenti.

[lascia un commento]

Leggi anche:

Nome (*)
Email (*)

Oggetto (*)
Commento (*)

Codice invio (*)

* campi obbligatori. L'email non verrà pubblicata.

E-mail del destinatario:



Il tuo nome:

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});