Cerca

libro

titolo: Change&Coach®. Un approccio integrato all'eccellenza organizzativa

I nostri Partners

  • Ius&Web Informazione Giuridica
  • Weblegal - consulenza legale
  • IIM
  • Business World
  • Francoangeli
  • Scint
  • Temporary Management
  • Mercatoglobale
  • Elleccere
  • Morelli & Lippolis
  • mito4
  • Mymarketingnet

Pianificare con il Gantt

scritto da Massimiliano Masi - m.masi@e-development.it 14/02/2013

Pianificare con il Gantt

Articoli correlati

Il diagramma di Gantt è uno strumento di supporto alla gestione del Business, e risulta tanto più utile quanto più complesso risulta il progetto da sviluppare.

Usato principalmente nelle attività di Project Management, consente di avere una visione immediata delle attività e dello sviluppo in un arco di tempo ben preciso.
Sull’asse verticale viene riportato l'elenco di attività da realizzare, mentre su quello verticale sono presenti delle unità temporali di misura di tipo standard (es. l'unità di misura che si può scegliere è quella del giorno lavorativo, della settimana, del mese). Ad ogni attività viene attribuito un tempo orientativo di sviluppo e di conclusione. Viene tracciata una barra sul gantt in corrispondenza dell’attività e del periodo stabilito.

Una volta completata l'attività di redazione, il gantt apparirà come una serie di barre orizzontali di lunghezza variabile, talvolta anche sovrapposte, che rappresentano graficamente le attività lavorative, la durata e l'arco temporale di ognuna di queste.
La sovrapposizione delle barre è più frequente quando il progetto coinvolge più risorse e quando le attività da sviluppare risultano tra loro abbastanza indipendenti le une dalle altre. Vi consigliamo, una volta terminata la creazione del gantt, di compiere un'ultima verifica.

Se il gantt presenta molte barre sovrapposte è bene valutare che:

  • le risorse umane coinvolte siano effettivamente in grado di portare a termine le attività designate rispettandone i termini previsti
  • le attività sovrapposte non siano tra loro eccessivamente interdipendenti, perché potrebbe accadere che il ritardo nella conclusione di un'attività si ripercuota negativamente sull'avanzamento di tutte le altre attività.In questo ultimo caso magari può essere utile prevedere delle scadenze non troppo ravvicinate. 


Il diagramma di Gantt è un supporto ideale nella fase di pianificazione e coordinamento di un progetto aziendale, consente di visionare in qualunque momento lo stato d'avanzamento di un progetto rappresentato.
Può essere redatto utilizzando un file excel e nei casi più complessi può persino tornare utile il ricorso a software che consentono di visualizzare il carico di lavoro di ogni risorsa ed il suo livello di saturazione, impostando il numero di ore lavorative dedicate da ciascuna risorsa. Associando ad ogni attività un costo è poi possibile compiere anche una previsione dei costi di sviluppo del progetto. Il costo può essere calcolato per singola attività oppure per risorsa umana, assegnando un costo orario alle risorse ed una previsione del suo impegno in termini di ore lavorative impiegate.

 

Massimiliano Masi (www.e-development.it)

m.masi@e-development.it 

[vai all'archivio]

I commenti degli utenti

Non ci sono commenti.

[lascia un commento]

Leggi anche:

Nome (*)
Email (*)

Oggetto (*)
Commento (*)

Codice invio (*)

* campi obbligatori. L'email non verrà pubblicata.

E-mail del destinatario:



Il tuo nome:

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});