Cerca

libro

titolo: Change&Coach®. Un approccio integrato all'eccellenza organizzativa

I nostri Partners

  • Ius&Web Informazione Giuridica
  • Weblegal - consulenza legale
  • IIM
  • Business World
  • Francoangeli
  • Scint
  • Temporary Management
  • Mercatoglobale
  • Elleccere
  • Morelli & Lippolis
  • mito4
  • Mymarketingnet

Il call center Transcom non abbandona l’Abruzzo

29/04/2009

Il Direttore Generale della Transcom ha incontrato il Sindaco dell’Aquila Cialente, il Presidente della Regione Gianni Chiodi insieme al Vicepresidente Giorgio De Matteis, ai rappresentanti della Provincia, di Confindustria e dei sindacati dei lavoratori.

“Un incontro doveroso” ha commentato il Dott. Boggio, al termine dell’incontro “per un’azienda come la nostra che, nel capoluogo abruzzese, impiega 400 dipendenti ed è tra le realtà produttive più grandi del territorio. Nell’incontro di oggi abbiamo confermato la nostra ferma volontà a tornare operativi nel capoluogo abruzzese nel più breve tempo possibile”.

Una dichiarazione che fuga le perplessità di quanti temono l’impoverimento economico dell’Abruzzo dopo il sisma e che, soprattutto, vuole confortare i 400 dipendenti abruzzesi.

“Come azienda – ricorda il Dott. Boggiosiamo stati presenti nella prima fase di emergenza e continueremo ad essere operativi su ogni fronte. Da subito abbiamo attivato un numero telefonico dedicato ai nostri dipendenti, abbiamo istituito un conto corrente per raccogliere fondi per i nostri colleghi ed abbiamo anche raccolto presso tutte le nostre sedi alimenti da inviare in Abruzzo. Il nostro impegno proseguirà anche nei prossimi mesi. L’obiettivo per tutti è tornare all’Aquila.”

Ma il ritorno alla normalità per la Transcom potrebbe richiedere del tempo, perché la sede del call center è stata danneggiata dal sisma ed è risultata inagibile già dai primi sopralluoghi effettuati dalla Protezione Civile.

Nonostante attualmente non siano operativi 400 operatori, TRANSCOM deve garantire un servizio continuo e di qualità a tutti i clienti. Per questo dopo aver deviato i flussi di comunicazione diretti all’Aquila in altre sedi in Italia, Transcom ha lanciato una proposta ai suoi dipendenti abruzzesi: potranno tornare a lavorare da subito se opteranno per un trasferimento temporaneo nelle sedi pugliesi del call center.

La Transcom si farà carico dell’accoglienza dei dipendenti, individuando sistemazioni comode per loro e per le proprie famiglie. Grazie alla collaborazione con la Prefettura di Bari, d’intesa con i Comuni di Bari e Monopoli i primi 5 dipendenti Transcom sono già giunti dall’Abruzzo in Puglia. Sono stati alloggiati nella città di Monopoli (Ba) presso il Residence-Camping “Atlantide” che ha messo a disposizione, a titolo gratuito, dal 15 aprile fino al 31 maggio, 10 abitazioni (da 4 persone ognuna), arredate e dotate di angolo cottura. Il 20 aprile è previsto l’arrivo di altre 14 persone.

In questo modo ogni nucleo famigliare potrà essere autonomo e contare su una sistemazione più confortevole rispetto a quella che si potrebbe avere in tenda. Un esempio certamente positivo raggiunto grazie alla solidarietà di tutti coloro che operano in Transcom, delle istituzioni locali (sindaci, prefetture, protezione civile) e di altri call center che stanno mettendo in atto una vera e propria gara di solidarietà a favore dei dipendenti dell’Aquila che ha permesso di mettere a disposizione oltre 200 posti letto.

“A tutti loro va il nostro più sentito ringraziamento, in particolar modo alla Regione Abruzzo per la sua disponibilità e reattività ed al Dott. Bruno Vespa che, in una recente puntata di Porta a Porta, per primo ha portato all’attenzione dell’opinione pubblica le esigenze e le problematiche del tessuto imprenditoriale che opera a L’Aquila e dintorni” conclude il Dott.Boggio. “Nella speranza che superata l’emergenza, torni agibile la nostra sede dell’Aquila e si torni a lavorare a pieno regime”.

[vai all'archivio]

I commenti degli utenti

Non ci sono commenti.

[lascia un commento]

Leggi anche:

Nome (*)
Email (*)

Oggetto (*)
Commento (*)

Codice invio (*)

* campi obbligatori. L'email non verrà pubblicata.

E-mail del destinatario:



Il tuo nome:

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});