Cerca

libro

titolo: Grom. Storia di un'amicizia, qualche gelato e molti fiori

I nostri Partners

  • Ius&Web Informazione Giuridica
  • Weblegal - consulenza legale
  • IIM
  • Business World
  • Francoangeli
  • Scint
  • Temporary Management
  • Mercatoglobale
  • Elleccere
  • Morelli & Lippolis
  • mito4
  • Mymarketingnet

Continua la corsa del vino made in Italy

30/11/-1

Vino e “made in Italy” sono due concetti oggi strettamente legati. Perché se da un lato il vino prodotto nel nostro Paese tiene alto il nome dell’Italia nel mondo, dall’altro l’Italia rappresenta per il vino di casa nostra una garanzia implicita di qualità.

Il vino italiano sta attraversando negli ultimissimi anni una fase molto positiva. Un risultato a cui si è giunti grazie alla notorietà ed alla credibilità di cui gode il “made in Italy” nel mondo, ma soprattutto al processo di ristrutturazione che dagli anni 80 è stato intrapreso dall’intero comparto. Un processo teso alla valorizzazione della qualità dei vitigni nazionali attraverso la revisione dei modelli produttivi e degli standard qualitativi.

Nonostante, infatti, negli ultimi anni sia aumentata la concorrenza di produttori stranieri in grado di offrire vini di ottima qualità, i prodotti italiani sono molto conosciuti e venduti nel mondo, raggiungendo performance in termini di vendite e fatturato estremamente positive. Le vendite all'estero,infatti, nel solo 2006 sono cresciute del 13% sulle quantità vendute e del 9% sull'utile rispetto all’anno precedente.

Secondo l’Ice i vini più amati dagli stranieri sono i rossi, con crescite interessanti anche nel segmento degli spumanti, a conferma che le bollicine prodotte in Italia hanno raggiunto ormai livelli qualitativi notevoli. La quota principale delle esportazioni di vino spetta alle regioni settentrionali (oltre il 70%), mentre restano fanalino di coda le regioni del Sud che si attestano a poco più del 5%.

Il buon andamento delle esportazioni di vino italiano nel mondo è certamente la conferma che il difficile e tenace lavoro svolto dai produttori per l'affermazione del vino italiano è stato efficace e che la qualità è la leva principale su cui puntare per vincere le sfide sui mercati esteri del settore Agro-alimentare.

[vai all'archivio]

I commenti degli utenti

Non ci sono commenti.

[lascia un commento]
Nome (*)
Email (*)

Oggetto (*)
Commento (*)

Codice invio (*)

* campi obbligatori. L'email non verrà pubblicata.

E-mail del destinatario:



Il tuo nome: