Cerca

libro

titolo: Change&Coach®. Un approccio integrato all'eccellenza organizzativa

I nostri Partners

  • Ius&Web Informazione Giuridica
  • Weblegal - consulenza legale
  • IIM
  • Business World
  • Francoangeli
  • Scint
  • Temporary Management
  • Mercatoglobale
  • Elleccere
  • Morelli & Lippolis
  • mito4
  • Mymarketingnet

Bene Costruzioni e Servizi alle imprese, in calo le imprese agricole

19/03/2008

Bene Costruzioni e Servizi alle imprese, in calo le imprese agricole

Articoli correlati

Oltre che per area geografica il rapporto Movimprese ha messo in luce delle differenze nel tessuto imprenditoriale italiano che varia da comparto a comparto (visualizza la tabella).

COSTRUZIONI: in valore assoluto è il settore che ha totalizzato il risultato migliore (29.691 unità, +3,58%).

SERVIZI ALLE IMPRESE: tralasciando i settori più piccoli questo comparto che raggruppa tra le altre le “Attività immobiliari; noleggio di macchine e attrezzature senza operatore; informatica e attività connesse; ricerca e sviluppo; altre attività imprenditoriali e professionali” nel 2007 è risultato il secondo in termini di performances positive, con una crescita del 4,07% e un saldo attivo di 25.599 unità.

INTERMEDIAZIONE MONETARIA E FINANZIARIA e ALBERGHI E RISTORANTI: nel 2007 hanno raggiunto risultati soddisfacenti. I due comparti contribuiscono al saldo complessivo rispettivamente con 3.033 (+2,72% di incremento percentuale) e 7.192 unità (+2,40%).

COMMERCIO: è un settore che ha registrato un aumento più contenuto (+0,13% pari a 2.133 unità).

SETTORI MINORI:
fra i settori minori per dimensione, significativi sono i risultati di “SANITA' E ALTRI SERVIZI SANITARI” e di “ISTRUZIONE” con incrementi pari, rispettivamente, a 1.011 e a 624 unità (+4,03% e +3,08% in termini relativi).

IMPRESE ARTIGIANE: le imprese di questo comparto presentano una dinamica leggermente migliore rispetto al totale delle imprese. Tra gennaio e dicembre 2007, infatti,il saldo tra le imprese artigiane nate e quelle cessate è stato di 12.521 unità (nel 2006 era stato di oltre 10mila), con un crescita annuale dello 0,84% (contro lo 0,71% dell’anno precedente). Al netto della Valle d’Aosta, Lazio (1,93%), Sardegna (1,57%) e Liguria (1,53%) sono le regioni che mettono a segno la crescita più consistente in termini relativi. In valore assoluto, l’aumento maggiore si è registrato in Lombardia (+3.986 imprese), Lazio (+1.916) e Piemonte (+1.437).

IMPRESE AGRICOLE: prosegue anche nel 2007 il trend negativo delle imprese del comarto (-21.935 unità, pari ad una variazione negativa dello stock del 2,32%).

[vai all'archivio]

I commenti degli utenti

Non ci sono commenti.

[lascia un commento]

Leggi anche:

Nome (*)
Email (*)

Oggetto (*)
Commento (*)

Codice invio (*)

* campi obbligatori. L'email non verrà pubblicata.

E-mail del destinatario:



Il tuo nome:

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});