Cerca

libro

titolo: Change&Coach®. Un approccio integrato all'eccellenza organizzativa

I nostri Partners

  • Ius&Web Informazione Giuridica
  • Weblegal - consulenza legale
  • IIM
  • Business World
  • Francoangeli
  • Scint
  • Temporary Management
  • Mercatoglobale
  • Elleccere
  • Morelli & Lippolis
  • mito4
  • Mymarketingnet

Liquidità, la questione finanziaria che affligge le imprese

15/02/2011

Liquidità, la questione finanziaria che affligge le imprese

Articoli correlati

L’Italia si rimette in pista. Ma corre più lentamente di altri paesi. Istituti di ricerca più o meno accreditati diffondono dati talvolta non concordanti sull’andamento e le prospettive per la nostra economia.

Quasi tutti gli esperti si trovano invece concordi nell’evidenziare problemi strutturali che affiggono l’Italia, Paese che si connota per un tessuto imprenditoriale dominato per larga parte dalle piccole e medie imprese.

Questo modello imprenditoriale che, soprattutto nel Nord-Est, ha trainato l’economia di intere aree per molti anni, oggi viene messo in discussione. Perché sembra riuscire a rispondere poco alle esigenze di competitività che, nel mercato internazionale sempre più globale, richiede forza e capacità di investimento che le nostre imprese spesso non hanno. Imprese, per altro, che sono soffocate, nel mercato interno, da una stagnazione dei consumi che prosegue a causa del calo del reddito pro-capite degli italiani. Due tendenze che hanno finito con il logorare i conti e mettere in ginocchio tante realtà imprenditoriali, anche quelle più solide e con una lunga tradizione e specializzazione produttiva.

Perché le imprese italiane soffrono tanto nel confronto internazionale? E perché la loro ripresa è più lenta rispetto a quelle che operano oltreconfine?

I problemi che affliggono le nostre imprese, su questo ci sembra che vi sia un accordo trasversale, sono essenzialmente:
1. dimensioni aziendali ancora ridotte
2. crisi di liquidità che impedisce gli investimenti
3. il sistema di incentivi che spesso non riesce a garantire uno sviluppo duraturo
4. una burocrazia tanto lenta da penalizzare le iniziative imprenditoriali.

Il Governo continua a lanciare quotidiani spot del “faremo”, ma non dimostra nei fatti di aver dato avvio a quelle riforme strutturali, così spesso menzionate e di cui il paese ha ormai una necessità impellente.
L’Italia ha risorse finanziarie molto limitate, a causa di un debito pubblico enorme che impone politiche di austerità e sacrificio. In questo contesto di risorse stringate diventa fondamentale riuscire ad impiegarle nel migliore dei modi.

Nell’approfondimento tematico del mese abbiamo analizzato i principali problemi della nostra economia. E lo abbiamo fatto ponendoci cinque quesiti:
- Imprese: essere piccole premia ancora?
- Incentivi: quale è la strategia italiana?
- Chi è più in ritardo nei pagamenti alle imprese?
- La stretta creditizia per le imprese c’è per davvero?
- Semplificazione burocratica: a che punto siamo?

[vai all'archivio]

I commenti degli utenti

Non ci sono commenti.

[lascia un commento]

Leggi anche:

Nome (*)
Email (*)

Oggetto (*)
Commento (*)

Codice invio (*)

* campi obbligatori. L'email non verrà pubblicata.

E-mail del destinatario:



Il tuo nome:

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});