Cerca

libro

titolo: Change&Coach®. Un approccio integrato all'eccellenza organizzativa

I nostri Partners

  • Ius&Web Informazione Giuridica
  • Weblegal - consulenza legale
  • IIM
  • Business World
  • Francoangeli
  • Scint
  • Temporary Management
  • Mercatoglobale
  • Elleccere
  • Morelli & Lippolis
  • mito4
  • Mymarketingnet

Scegliere l'agenzia di comunicazione

26/01/2006

Inizia un nuovo anno. Chiuso l’esercizio 2005 le aziende possono pensare alle allocazioni del budget per il 2006. Nel primo trimestre dell’anno, spesso dedicato alla pianificazione, può essere utile compiere valutazioni sulla comunicazione interna ed esterna della propria azienda e su eventuali investimenti da compiere.

Gli investimenti possono essere tanto più importanti nel caso in cui vi sia in programma:
- il lancio di nuovi prodotti
- specifiche promozioni
- azioni di branding. Ogni intervento in ambito comunicazione non può prescindere però da valutazioni di carattere più generale che attengono all’area marketing. A chi volesse, quindi, iniziare il nuovo anno “guardandosi allo specchio”, consigliamo due scelte di base:
1) Destinare un Budget per l’area Marketing e Comunicazione
2) Rivolgersi a professionisti (interni o esterni) per la redazione di un piano marketing di medio-lungo periodo coerente con la strategia dell’azienda.

Nel mondo delle piccole e medie imprese, dove il numero di addetti supera raramente la decina, spesso l’area marketing e comunicazione non esiste. E’ in questi casi che esternalizzare i servizi di marketing e comunicazione può risultare molto fruttuoso. La società/agenzia selezionata avrà il compito di:
- compiere un’analisi attenta del cliente
- ricostruire lo scenario di riferimento
- analizzare il suo target di riferimento
- definire obiettivi e azioni da sviluppare nel corso dell’anno ( o di più anni).

Un’analisi globale sul mondo interno ed esterno dell’azienda (sull’organizzazione interna, sui suoi prodotti) riduce il rischio imprenditoriale e da una rotta precisa per il futuro. L’analisi S.w.o.t. (ovvero strenght – forza; weakness – debolezza; opportunità – opportunità – treaty – minacce) presente all’interno del piano marketing consentirà ai consulenti di marketing e comunicazione di individuare il punto di partenza e di stabilire anche il punto di arrivo, ovvero l’insieme degli obiettivi che tutte le iniziative dovranno centrare. Si consiglia, quindi, per chi pensasse di commissionare un piano marketing, di selezionare attentamente la società di consulenza.

Ecco qualche consiglio pratico:
- l’agenzia non deve essere troppo grande e famosa se l’azienda è di medie dimensioni
- verificare le credenziali dell’agenzia anche attraverso le sue esperienze ed i suoi clienti
- non scegliere senza aver compiuto qualche incontro di conoscenza reciproca.
- cercare soggetti il cui compenso è in parte commisurato ai risultati raggiunti.

Solo dopo alcuni incontri preliminari si potrà capire se l’interlocutore individuato è quello migliore per l’azienda e per le sue esigenze.

[vai all'archivio]

I commenti degli utenti

Non ci sono commenti.

[lascia un commento]

Leggi anche:

Nome (*)
Email (*)

Oggetto (*)
Commento (*)

Codice invio (*)

* campi obbligatori. L'email non verrà pubblicata.

E-mail del destinatario:



Il tuo nome:

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});