Cerca

libro

titolo: Change&Coach®. Un approccio integrato all'eccellenza organizzativa

I nostri Partners

  • Ius&Web Informazione Giuridica
  • Weblegal - consulenza legale
  • IIM
  • Business World
  • Francoangeli
  • Scint
  • Temporary Management
  • Mercatoglobale
  • Elleccere
  • Morelli & Lippolis
  • mito4
  • Mymarketingnet

I codici sconto per l'e-commerce

31/07/2013

I codici sconto per l'e-commerce

Articoli correlati

In uno scenario di crescita per l’e-commerce mondiale ed italiano, analizziamo in questo articolo uno degli strumenti per incentivare le vendite più usato sui principali siti di commercio elettronico.

 

Parliamo dei codici promozionali che vengono donate agli utenti, clienti fidelizzati e non, con l’obiettivo di stimolare l’acquisto. Come? Offrendo un concreto vantaggio a chi compra.

 

GLI OBIETTIVI DEI CODICI PROMOZIONALI - qualunque sito che attiva dei codici promozionali deve definire a monte quale obiettivo intende raggiungere. I principali risultati che si possono ottenere tramite questi strumenti di web marketing sono: acquisire nuovi clienti/utenti registrati: in questo caso viene offerto un codice promozionale a chi non è ancora iscritto. Chi decide di fornire i propri dati, con l’iscrizione al sito, o acquistare può ricevere un vantaggio. stimolare le vendite da parte di clienti già fidelizzati: in questo caso il buono sconto è offerto a clienti che hanno già acquistato su un sito e i si vuole premiare in caso di nuovo acquisto. In alcuni casi il codice promozionale ha l’obiettivo proprio di fidelizzare (es. se si offre un buono sconto su un secondo ordine) o di recuperare vecchi clienti diventati nel tempo inattivi (es. tutti i clienti del sito che non effettuano un acquisto da 1 anno almeno)

 

I VANTAGGI - i siti che offrono codici promozionali ai propri clienti/utenti possono scegliere tra tantissime formule. Un esempio abbastanza frequente è quello di offrire una percentuale di sconto sul valore dell’ordine. In altri casi può trattarsi di un importo fisso in euro (es. 5 euro). LE CONDIZIONI - in genere possono beneficiare dei vantaggi dei codici promozionali i clienti che rispettano determinati requisiti: es. se il valore del loro ordine raggiunge una soglia minima di spesa, se l’acquisto è concluso in un arco temporale ben definito o altro ancora che il management di ogni sito può definire in maniera assolutamente discrezionale.

 

LA COMUNICAZIONE - per dare visibilità a questo tipo di iniziative ci sono tanti canali e strumenti che ogni sito può scegliere di attivare. Alcuni di questi sono più economici, mentre altri richiedono investimenti che possono diventare piuttosto importanti. Anche in questo caso, è importante pianificare a monte il budget che si intende investire, di modo che risulti comunque proporzionale agli obiettivi che si intende raggiungere. Tra gli strumenti più economici segnaliamo innanzitutto gli spazi di comunicazione presenti nello shop online stesso (es. banner e newsletter se questa esiste e viene inviata alla base clienti). Ci sono poi gli spazi di comunicazione presenti su siti partner, se esistono. In alternativa si può provare ad avviare nuove partnership con soggetti che hanno target affini e sono interessati ad effettuare scambi banner o di flyer da inserire nei pacchi che inviano ai propri clienti. Il tipo e le modalità di collaborazione vanno definite a monte prima di attivare il codice promozionale di modo da valutare ogni possibile aspetto. Infine ci sono gli spazi da acquistare su altri siti o Dem di soggetti terzi.

 

“Il codice promozionale è solamente uno degli strumenti da adottare per stimolare le vendite su uno shop online senza, naturalmente, mai esagerare” spiega Rosvanna Lattarulo consulente e-commerce. “Secondo la mia personale esperienza funziona, il codice promozionale funziona soprattutto quando al cliente viene offerto un vantaggio tangibile, c’è un limite temporale ben definito, le condizioni per beneficiarne non sono molte e complesse e se chi riceve il codice è effettivamente interessato ai prodotti che uno shop online vende”.

 

Il successo dei coupon online, che ha determinato la fortuna di siti come Groupon e simili, trova nel contesto economico difficile un terreno molto fertile, in cui i consumatori dimostrano grandissima attenzione quando devono spendere anche 1 solo euro, online come anche offline.

 

“Un codice promozionale può spingere un utente a superare le barriere al primo acquisto, dovute a pregiudizi, preconcetti e diffidenza, soprattutto quando il sito non rientra tra i big del settore (es. Booking, Amazon e Zalando solo per citarne alcuni)" prosegue Rosvanna Lattarulo.

 

Proprio per monitorare l’ecolversi dell’e-commerce, il portale Super-Offerte (www.super-offerte.com), specializzato nella raccolta delle offerte e codici sconto di oltre 300 negozi online, ha varato un Osservatorio permanente: ricerca e utilizzo dei voucher da parte degli utenti, secondo l’indagine interna, è cresciuta del +45% nel secondo semestre del 2013 rispetto al primo semestre 2013. Nella maggior parte dei casi, il 54%, la ricerca online dello sconto è stata fatta durante il processo di shopping, per gli altri invece è avvenuta in fase di pre-acquisto.

[vai all'archivio]

I commenti degli utenti

Non ci sono commenti.

[lascia un commento]

Leggi anche:

Nome (*)
Email (*)

Oggetto (*)
Commento (*)

Codice invio (*)

* campi obbligatori. L'email non verrà pubblicata.

E-mail del destinatario:



Il tuo nome:

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});