Cerca

libro

titolo: Change&Coach®. Un approccio integrato all'eccellenza organizzativa

I nostri Partners

  • Ius&Web Informazione Giuridica
  • Weblegal - consulenza legale
  • IIM
  • Business World
  • Francoangeli
  • Scint
  • Temporary Management
  • Mercatoglobale
  • Elleccere
  • Morelli & Lippolis
  • mito4
  • Mymarketingnet
Sei in: Home / Case history
Scrivici Segnala Commenta

Smoov ASRL, la rivoluzione dello spazio

03/11/2009

Smoov ASRL, la rivoluzione dello spazio

Articoli correlati

Un'intuizione, tanta determinazione e le giuste competenze: questo il mix che ha portato alla creazione di un nuovo sistema di automazione interamente made in Italy che si appresta a rivoluzionare il mondo dei magazzini. Il nuovo sistema è stato ufficialmente presentato lo scorso 16 e 17 ottobre al Crown Plaza Hotel di San Donato Milanese dalla Smoov ASRV (Automated storage and retrieval vehicle), società nata nel 2009 da uno spin off della Icam srl di Putignano (BA), specializzata nella produzione di magazzini automatici alla presenza di tantissimi esperti del mondo della logistica.

L’evento di lancio è stato realizzato in grande stile: alle coreografie spettacolari sono seguiti gli interventi moderati dalla giornalista Cristina Parodi, dal President & CEO di Smoov ASRV srl Roberto Bianco e da alcuni esperti del settore intralogistico, tra cui il professor Enzo Baglieri, Gino Marchet e Antonello Garzoni.

Nato nel cuore della Puglia, e sviluppatosi grazie a continui investimenti in ricerca e sviluppo e ad un certosino lavoro di tanti giovani ingegneri e tecnici, oggi la Smoov ASRV rappresenta un modello imprenditoriale che fa dell’innovazione il suo principale punto di forza e che ha l’ambizione di ridefinire integralmente il settore dell’intralogistica grazie alla sua capacità di offrire soluzioni flessibili, scalabili e altamente personalizzabili.

Dotato di una componente tecnologica estremamente raffinata, il sistema messo a punto dalla Smoov ASRV, infatti, consente di creare automazione in tutti i tipi di magazzini, anche in quelli con layout irregolare. La flessibilità e la estrema adattabilità del sistema consentono di creare automazione, là dove non era possibile con le tecnologie sinora esistenti sul mercato e con investimenti più contenuti e modulabili nel tempo. “Prima l’automazione del magazzino poteva essere paragonata a un grosso elefante - racconta Roberto Bianco - Oggi a delle formiche. Insomma, consentiamo operazioni importanti in modo semplice, superando il limite d’accesso al servizio, relativamente a dimensioni e peculiarità del locale”.

Il cuore del progetto è rappresentato dall'innovativo sistema basato sui veicoli intelligenti e interconnessi che, muovendosi direttamente sulle scaffalature, permette di svolgere le operazioni di stoccaggio e movimentazione merci superando eventuali limiti strutturali. In particolare il veicolo intelligente semovente radiocomandato dedicato a prelievo, stoccaggio e movimentazione delle unità di carico all’interno del magazzino. Dalle dimensioni compatte, si muove su una rete di binari dedicata e posizionata direttamente sugli scaffali al di sotto del piano di appoggio dei pallet, consentendo di massimizzare le performance del magazzino e di ottimizzarne la saturazione degli spazi. Alimentato da batterie, montate a bordo del veicolo, garantisce l’assoluta autonomia operativa gestendo in automatico il mantenimento del corretto livello di carica attraverso appositi cicli di ricarica.

Oltre alle unità di movimentazione, il sistema Smoov si compone di moduli software dedicati a sovraintendere e razionalizzare gli spostamenti delle unità ASRV nonché lo stoccaggio dei pallet nel magazzino.

Smoov Brain - consente, in caso di più unità ASRV, di massimizzare le prestazioni del magazzino, ottimizzando le attività ed i percorsi dei singoli veicoli. Il controllo della flotta è assicurato da uno specifico algoritmo che attraverso un sistema di comunicazione wireless riesce a monitorare costantemente il posizionamento di ogni singola unità. L’elaborazione delle informazioni raccolte in tempo reale permette a Smoov Brain, in caso di anomalie, di riconfigurare l’assegnazione dei percorsi e dei veicoli ASRV, garantendo la funzionalità del magazzino senza alcuna interruzione. Smoov Placer – il software si occupa di individuare le postazioni di magazzino in cui depositare e da cui prelevare le unità di carico in movimentazione. Dotato di un’elevata configurabilità, permette di definire regole e parametri di stoccaggio specifici per ogni diversa applicazione, garantendo la migliore allocazione dei vari codici in ogni contesto.

Grazie a questa rivoluzionaria invenzione tante piccole e medie imprese potranno avere un magazzino automatizzato e logisticamente efficiente. “Ad oggi il 95% delle aziende italiane restava esclusa dall’automazione per problemi di dimensioni del magazzino, piuttosto che di caratteristiche del locale – spiega il Presidente Roberto Bianco - L’automazione possibile fino a poco tempo fa era possibile solo quando si raggiungevano un ordine di grandezza di almeno 5.000 posti pallet e con determinate caratteristiche di magazzino. La Smoov ASRV srl ha puntato a superare questi limiti.”

La due giorni milanese ha messo in chiaro le potenzialità di una tecnologia e di un prodotto unici e altamente innovativi, nati e sviluppati in Italia, che hanno legittime ambizioni di affermarsi rapidamente a livello internazionale. Con una strategia che punta ad un modello di business in cui gli attori della filiera dell’automazione da semplici clienti diventano partner attivi in questo nuovo business. “Abbiamo pensato a un sistema di partnership – precisa Roberto Bianco - con realtà che già si occupano di automazione dei magazzini, cedendo a loro la tecnologia per diffondere il nuovo servizio. Parliamo di circolo virtuoso perché non si tratta di erodere quote di mercato altrui, quanto di creare un nuovo mercato. Nel senso che l’obiettivo non è sostituire tecnologia a tecnologia, ma aggiungerla nell’operatività di chi sino a oggi non poteva permettersela. Crediamo sia un mercato dalle enormi potenzialità. Saprà superare i 300 milioni del valore attuale italiano di quello della logistica. Ovviamente intendiamo anche esportare”.

Made, società di Temporary Management, ha partecipato al progetto Smoov ASRV nelle fasi iniziali di start-up, supportando il management nella progettazione e sviluppo del nuovo business nelle sue linee strategiche fondamentali.

[vai all'archivio]

I commenti degli utenti

Non ci sono commenti.

[lascia un commento]
Nome (*)
Email (*)

Oggetto (*)
Commento (*)

Codice invio (*)

* campi obbligatori. L'email non verrà pubblicata.

E-mail del destinatario:



Il tuo nome:

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});